L’importanza dei primi 1000 giorni di vita
Quadrotti sensoriali per mani e piedi

Molte ricerche dimostrano come i primi 1000 giorni dei bambini siano fondamentali per mettere basi solide e fare esperienze significative utili per il futuro.
Nei primi 1000 giorni i bambini conoscono il mondo esclusivamente in modo ego riferito e primariamente attraverso l’uso del corpo, dei sensi, del contatto.
Con queste premesse è intuibile come nei primi 1000 giorni di vita sia più efficace proporre ai bambini stimoli che sollecitino e solletichino la curiosità con materiali destrutturati o il più naturali possibili, proprio perché così possano stimolare i propri sensi e il proprio cervello.

I modi con cui farlo sono moltissimi e piano piano vi proporrò diverse idee che stimoleranno i cinque sensi dei bambini, anche se ovviamente quelle che vengono più facili da pensare e inventare riguardano il tatto.


La prima idea che vi presento è proprio legata a questo senso. I “quadrotti sensoriali” che ho realizzato sono pensati sia per le mani che per i piedi proprio per non scordarci che il tatto è un senso che riguarda il nostro intero corpo.

 

 

Come ogni idea che propongo anche questa è di facile realizzazione, proprio perché il dono della precisione e della pazienza non mi contraddistinguono per niente :)
Per entrambi i tipi di quadrotti è necessario aguzzare la vista e spremere l’ingegno per individuare una serie di materiali e tessuti diversi tra loro che siano in grado di suscitare reazioni differenti sia in termini di ruvidità/liscezza, che di disallineamento/linearità; di calore/freddezza; di solidità/ morbidezza.
Una volta individuati è il momento dell’applicazione su pannelli o simili.
Io per le mani ho optato esclusivamente per tessuti (eccezion fatta per un paio di quadrotti) applicandoli su pezzo di cartone rigido ritagliati da scatole di scarpe.

 

 

Per i piedi, invece, ho preferito optare per i tappeti gommosi ad incastro che qualcuno utilizza come base per il gioco dei bimbi appena nati, applicando materiali molto diverso tra loro (es tappi sughero, tappi latta, spugne).

I bambini solitamente apprezzano questa tipologia di input, ma come qualsiasi “gioco” non testato è necessaria, se non addirittura indispensabile, la presenza di un adulto per monitorare in continuazione il bimbo che si intratterrà con i quadrotti per evitare spiacevoli incidenti, quali il soffocamento o l'ingerimento di pezzi e materiali “pericolosi” .

Buon divertimento a tutti!

P.s. per chi se lo stesse chiedendo 1000 giorni sono circa 3 anni ;)

Ultimi articoli